Consigliere regionale

Lega e PDL non capiscono le preoccupazioni della Brianza e rinviano la mozione su Pedemontana e diossina

Lega e PDL non capiscono le preoccupazioni della Brianza e rinviano la mozione su Pedemontana e diossina

Per Lega e PDL di Regione Lombardia la realizzazione della Pedemontana nei territori brianzoli ancora oggi contaminati dalla diossina dell’Icmesa, nel 1976, non è una questione urgente. Lo hanno dimostrato in occasione dell’ultimo Consiglio, votando contro la trattazione della mozione che noi consideravamo, appunto, urgente, e in cui si chiede conto del rapporto tra la nuova infrastruttura e il pericolo di un intervento fatto su terreni inquinati.

Invece l’urgenza c’è, eccome. La gente di Brianza ha bisogno di avere risposte, di sapere se e quando si farà la Pedemontana, cosa c’è sottoterra, se esiste un reale pericolo, se verranno fatte le bonifiche…

PDL e Lega non hanno capito le preoccupazioni della popolazione, sottovalutando anche la portata di questo ennesimo intervento infrastrutturale.

Nella mozione io e gli altri firmatari impegnavamo il Presidente Maroni e la Giunta a verificare la correttezza d’esecuzione dell’opera attraverso un contradditorio di validazione con Arpa, ma anche a provvedere alle necessarie tutele della salute pubblica e ambientale in caso di sbancamenti di aree inquinate da diossina non bonificate e, quindi, ad attuare la bonifica delle aree che sarebbero risultate inquinate e il corretto smaltimento delle terre contaminate in siti idonei a riceverle.

Per coloro che abitano nei comuni attorno a Seveso e Meda il ricordo di quei giorni è troppo vivo per non temere che smuovere dei terreni, tutt’oggi da trattarsi con molta attenzione da parte delle autorità, sia pericoloso.

E questo la maggioranza che governa Regione Lombardia non lo ha assolutamente capito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *