Consigliere regionale

Piove sulla lavagna digitale

Piove sulla lavagna digitale

La situazione di emergenza per l’edilizia scolastica lombarda si è confermata in tutta la sua drammatica evidenza nell’ultima seduta della Commissione Cultura e Istruzione. All’ordine del giorno, l’approvazione degli indirizzi per gli interventi a favore del patrimonio scolastico nel triennio 2013-2015.

A fronte di 15 milioni di euro stanziati per l’edilizia scolastica lombarda dal Decreto del Fare, i progetti arrivati dai Comuni sono 500 per un totale di 150 milioni di euro!

Significa che solo un decimo degli interventi necessari potrà essere finanziato e la gran parte dei Comuni rimarrà a bocca asciutta.

E’ una brutta notizia soprattutto per il mondo scolastico che da anni denuncia la condizione più che precaria degli immobili.

Gli ultimi indirizzi regionali relativi agli adeguamenti degli edifici scolastici risalgono al 2006. Cosa ha fatto Regione Lombardia nel frattempo?

Ha preferito, ad esempio, dirottare le risorse previste per l’edilizia scolastica per finanziare Generazione Web, una iniziativa di digitalizzazione della didattica (12 milioni nel 2012).

Iniziativa di grande impatto mediatico e, se vogliamo, anche lodevole, per carità, che non ha tenuto conto, tuttavia, delle priorità: affrontare e risolvere la pietosa situazione manutentiva, strutturale e igienica di buona parte degli edifici scolastici lombardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *