Consigliere regionale

Il musicista

Il musicista

Ieri mattina ha fatto capolino in Aula il Presidente Maroni. E’ stato un grande avvenimento: non veniva in Consiglio da settimane e l’occasione rivestiva per lui un carattere certamente eccezionale.

All’ordine del giorno c’era l’istituzione della Festa regionale lombarda. Sarà il 29 maggio, anniversario della battaglia di Legnano.

Il PD non ha partecipato al voto: “La Regione si occupi prima di cose concrete: del taglio del ticket, del tema del lavoro a partire dal sostegno ai contratti di solidarietà, che inizialmente doveva essere discusso proprio oggi – ha dichiarato inutilmente il capogruppo Alessandro Alfieri – Temi come la festa della Regione non sono certo prioritari per i Lombardi!”

Così come era apparso, il Presidente se n’è andato subito dopo la trattazione di questo punto. Con lui , anche i fotografi e le troupe televisive …

A chiusura di questa giornata storica, in serata il Presidente ha bocciato il testo dell’inno lombardo commissionato a Mogol e lo ha rimandato al mittente con alcuni suggerimenti. “Sono un musicista, capirà” ha detto orgoglioso alla stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *