Consigliere regionale

Con 5 anni di ritardo il via alla vasca di laminazione di Inzago

Con 5 anni di ritardo il via alla vasca di laminazione di Inzago

Si è parlato della vasca di laminazione sui torrenti delle Trobbie, oggi, in Consiglio regionale, un nodo idraulico particolarmente difficile su cui convergono diversi corsi d’acqua.

In località Villa Fornaci, tra i Comuni di Gessate e Bellinzago Lombardo, si sono infatti avute tre distruttive esondazioni e altre minori, dal 2002 ai giorni nostri, tutte fonte di problemi e disagi per la popolazione. L’ultimo devastante evento del 15 novembre scorso ci ha indotto a presentare una interrogazione all’Assessore competente.

Esiste, infatti, un Accordo di programma tra Ministero dell’Ambiente e Regione Lombardia che ha previsto la realizzazione di una delle tre vasche di laminazione sui Torrenti delle Trobbie, quella di Inzago, già nel 2010, ma solo nel giugno 2014 si è conclusa la Conferenza dei servizi e tuttora i lavori di realizzazione dell’opera non hanno ancora avuto inizio, nonostante il finanziamento di 2,8 milioni di euro sia lì fermo da allora. Ritardi che comportano una pesante percezione di insicurezza da parte dei cittadini in occasione di ogni evento meteorologico”.

L’assessore al Territorio Beccalossi ha risposto riconoscendo che quello che colpisce la Martesana è uno di maggiori problemi idrogeologici della regione.

Ma ha anche fatto sapere che il Consorzio di bonifica est Ticino Villoresi, a cui è stata affidata l’esecuzione dell’opera, ha previsto la consegna dei lavori entro il 31 marzo 2015 per una durata di 12 mesi, quindi la conclusione sarà entro la primavera del 2016.

Intanto sono passati 5 anni inutilmente. Questa vicenda dimostra una volta di più la necessità di un maggiore attivismo da parte della Regione su interventi così importanti, soprattutto quando anche gli enti locali sono d’accordo su una determinata soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *