Consigliere regionale

Il pizzo di Cantù candidato a patrimonio UNESCO

Il pizzo di Cantù candidato a patrimonio UNESCO

Voto favorevole del Pd alla ratifica del protocollo d’intesa tra Regione Lombardia, Comune di Novedrate, Concello de Camarinas, Camara Municipal de Peniche per l’attuazione di un accordo di parternariato e di collaborazione rivolto alla salvaguardia, promozione e innovazione della comune tradizione del merletto a fuselli, approvata in Consiglio regionale.

Ma l’ok è arrivato anche grazie all’approvazione di un ordine del giorno del Pd che allarga agli altri Comuni lombardi interessati il sostegno e la promozione dell’antica arte.

Il merletto a fuselli, o Pizzo di Cantù, come è meglio conosciuto, rappresenta una tradizione secolare comune a molte realtà territoriali lombarde. Le zone che conservano maggiormente la lavorazione del merletto sono Cantù e il distretto canturino, Como e la Brianza. Tant’è che in molte comunità, in particolare nel distretto canturino, operano da decenni associazioni e scuole che intendono preservare e salvaguardare, oltre che promuovere, quell’antichissima arte.

Il Consiglio ha, dunque, approvato l’odg del Pd che impegna la Giunta a coinvolgere tutti i territori e le relative istituzioni e a supportare le azioni dei Comuni lombardi interessati per dare concreta attuazione a un percorso strategico volto alla promozione del merletto a fuselli; a individuare e, ove possibile, mettere a disposizione le risorse tecnologiche e finanziarie per consentire ai Comuni di realizzare azioni utili alla sua valorizzazione; a sostenere il progetto di candidatura del merletto a patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco.

Regione Lombardia avrà ora il compito di valorizzare a pieno le peculiarità di questa arte, cercando di far superare eventuali diatribe tra i vari territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *