Consigliere regionale

Trasporto pubblico in Brianza: tra sogni e realtà

metropolitana-lilla-milano-m5-background-2

Da tempo immemore, il prolungamento delle linee metropolitane da Milano verso il territorio di Monza e della Brianza corrisponde solo ad alcuni tratti di colore sulle carte, ad uso esclusivo dei media.

In realtà, il prolungamento della linea 5 fino alla Villa Reale di Monza e della linea 2 da Cologno a Vimercate rappresenterebbe il vero punto di svolta per il servizio di trasporto pubblico dell’intera area briantea. Non osiamo neppure immaginare che cosa potrebbe voler dire per tutto il territorio la presenza di un servizio metropolitano in termini di sviluppo locale, efficienza trasportistica, abbattimento del traffico e, contemporaneamente, dell’inquinamento atmosferico…

Di questo si è parlato giovedì scorso al tavolo, istituito dall’assessorato regionale, al quale hanno partecipato i consiglieri regionali del territorio, i rappresentanti degli enti locali e di Metropolitana milanese. Le belle notizie: sono stati impegnati 75 mila euro dalla Regione per lo studio di fattibilità del prolungamento della M5 fino a Monza e si riapre la procedura relativa al prolungamento della M2 da Cologno Nord a Vimercate. La triste realtà: per concludere i lavori del prolungamento della M1 fino a Monza Bettola mancano ancora 23 milioni di euro e, da settembre, forse non potremo più usufruire in Brianza del trasporto pubblico locale (2000 corse e 70 mila utenti al giorno).

Banalmente mancano 1milione e 8mila euro per garantire il servizio fino alla fine dell’anno. La provincia non ha più risorse e la Regione non vuole mettercele!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *