Consigliere regionale

Autobus a rischio, sì al salvataggio dal Consiglio regionale

IL GIORNO

Autobus a rischio, sì al salvataggio dal Consiglio regionale

Approvato all’unanimità il documento contro il taglio delle linee z225 e z227

di Monica Guzzi

Monza, 25 gennaio 2017- Un documento approvato all’unanimità in Consiglio regionale per salvare gli autobus di Monza e Brianza. Il voto è arrivato ieri pomeriggio su un testo che è la sintesi delle due diverse mozioni presentate nei giorni scorsi dalla Lega e dal Pd col sostegno del Movimento 5 Stelle. Il documento impegna la giunta regionale e l’assessore ai trasporti Alessandro Sorte “a scongiurare qualsiasi taglio al trasporto pubblico locale” e ad attivarsi presso il Governo “affinchè vengano riassegnate le risorse e i finanziamenti statali per permettere lo svolgimento dei servizi di trasporto pubblico locale e del territorio di Monza e Brianza”.

E mentre si torna a battere cassa a Roma, anche la Regione dovrà fare la sua parte: “Garantire il sostegno a favore dell’Agenzia per il Tpl della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Pavia e Lodi affinchè il servizioofferto sia adeguato rispetto alle esigenze di mobilità della Brianza e dell’hinterland milanese, in attesa che vengano effettuate le gare dentro le quali andranno recuperate le risorse necessarie per il mantenimento delle linee Z225 e Z227”. Per la sola Monza e Brianza servono 1,8 milioni, più 2,8 per la Città metropolitana.

Soddisfatta la consigliera del Pd Laura Barzaghi, ex sindaca di Nova Milanese: “Da una chiusura netta siamo passati alla ricerca di una soluzione”. Ottimista anche il consigliere provinciale lumbard Andrea Monti, che ha depositato un documento analogo in via Grigna, in discussione domani: “Lo Stato – dice – deve rendere alle Province le risorse che ha tagliato”. E oggi le cinque sindache ‘ribelli’ incontreranno l’assessore Sorte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *