Consigliere regionale

Trasporto pubblico locale: nessun taglio. Stanziati 4,6 milioni di euro

I paventati tagli alle corse sui territori di Pavia, Monza e Brianza e Milano previsti già durante l’estate non ci saranno.

I pendolari tirano un sospiro di sollievo
Possono finalmente tirare il fiato i migliaia di utenti del trasporto pubblico locale che si servono dei mezzi su gomma per raggiungere scuole e posti di lavoro. I paventati tagli alle corse sui territori di Pavia, Monza e Brianza e Milano previsti già durante l’estate non ci saranno.

La Giunta e il Consiglio regionale nella seduta di ieri, primo agosto, riunite per l’assestamento di Bilancio del triennio 2017 e 2019 hanno accolto l’ordine del giorno presentato dal Partito Democratico, con il quale si è chiesto lo stanziamento complessivo di 4milioni e 600mila euro che consentiranno all’Agenzia metropolitana dei trasporti di chiudere i bilanci evitando così la scure dei tagli delle corse.

Trasparenza ed efficienza
Inoltre la Regione ha approvato un altro emendamento che introduce i costi standard delle Agenzie di trasporto per garantire una maggiore trasparenza ed efficienza nel settore. Soddisfazione è stata espressa dai consiglieri Enrico Brambilla e Laura Barzaghi che da mesi lavorano alla tutela del Tpl.

«La difesa del trasporto pubblico è per noi prioritaria e finalmente abbiamo ottenuto dalla Giunta un impegno chiaro – ha ribadito Brambilla – Possiamo dire di essere riusciti a scongiurare i tagli del servizio che avrebbero penalizzato studenti e lavoratori». «Lavoriamo da mesi a questa soluzione e più volte la Giunta ci ha sbattuto la porta in faccia – ha fatto eco Laura Barzaghi – Ora la ragionevolezza ha prevalso ».

Trasporto pubblico locale, il deficit nelle casse
A sollevare la preoccupante situazione della mancanza di risorse per la copertura dei contratti del Tpl nei giorni scorsi era stato proprio Umberto Regalia, presidente dell’Agenzia del Tpl di Milano, Monza e Brianza, Pavia e Lodi, allarmato per la mancanza di 4 milioni di euro necessari a coprire i costi. Un deficit nelle casse che avrebbe compromesso il funzionamento di linee strategiche come la Z225 e la
Z227 comportando anche l’aumento dei biglietti. Il problema delle inadeguate risorse al Tpl e della preoccupazione per l’eventuale soppressione delle corse era stato sollevato lo scorso dicembre dalla Provincia di Monza e Brianza e aveva visto la mobilitazione dei Comitati dei cittadini e delle Amministrazioni di 5 Comuni: Nova Milanese, Muggiò, Lissone, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni.

 

http://giornaledimonza.it/notizie-attualita-monza/trasporto-pubblico-locale-nessun-taglio/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *